ASN - Amici Scala N
martedì 11 dic 2018 - Associazione Nazionale Amici Scala N
Norme per plastici modulari ASN

ASN-FIMF Norme Italiane di Modellismo Ferroviario - Diorami modulari in Scala N ( Scarica il file in pdf ~1.12Mb)
introduzione pannelli rettilinei pannelli curvi interconnessione meccanica schema elettrico generale
interconnessione elettrica pannelli di piena linea pannelli con sezioni di blocco note esplicative


8. PANNELLI CON SEZIONI DI BLOCCO


8.1. Scopo
8.2. Schema generale del blocco automatico
8.3. Schema elettrico del pannello con sezione di blocco


1. Scopo
La presente norma definisce le caratteristiche del blocco automatico per gli impianti composti da diorami modulari e riporta uno schema elettrico che consente di realizzare sul pannello una sezione di blocco conforme alle suddette caratteristiche.
(a inizio norma)

2. Schema generale del blocco automatico
Viene utilizzato il sistema elettromeccanico di blocco automatico per linee a senso unico di circolazione, che fa uso di pedali per rilevare l'uscita dell'ultimo elemento del treno da una sezione di blocco. Il sistema può utilizzare indifferentemente sia relè elettromeccanici a doppia bobina che relè elettronici: pertanto i dispositivi di commutazione sono genericamente indicati in fig. 2 come "Modulo Relè".


Fig. 8.1 - Binario interno con due sezioni di blocco (fai click per ingrandire)


Come riferimento, in fig. 1 è riprodotto in modo schematico il binario interno di un tratto di linea comprendente due sezioni di blocco. Ogni sezione consta di un pannello con sezione di blocco (B, D), e di almeno un pannello di piena linea (A, C). La tensione continua che alimenta la marcia dei treni è trasportata dai fili 4 e 6, mentre la tensione continua di servizio che alimenta le luci dei segnali e le bobine dei relè è presente sui fili 9 e 10.

Come pedali, si utilizzano contatti reed, disposti all'uscita del pannello e in senso longitudinale al centro del binario, in grado di tollerare una corrente continua di almeno 0,5A. In coda a ciascun treno che circola sull'impianto, sotto l'ultimo vagone o sotto la locomotiva se è in spinta, deve essere disposto un magnete permanente orientato in modo coerente con la disposizione longitudinale del contatto reed, in modo da provocarne la chiusura temporanea al sopraggiungere del treno stesso.

Ciascun pedale alimenta due bobine o aziona due circuiti elettronici: di conseguenza, i relè impiegati per la commutazione delle luci dei segnali e per l'alimentazione delle zone di arresto, alimentati in continua, non devono assorbire una corrente superiore a 0,2 A.
(a inizio norma)

3. Schema elettrico del pannello con sezione di blocco
Lo schema elettrico del pannello con sezione di blocco è illustrato nella sottostante fig. 2.


Fig. 8.2 - Schema elettrico pannello con sezione di blocco (fai click per ingrandire)


Ciascun binario della linea principale è sezionato in due punti sulla rotaia destra secondo il senso di marcia, indicativamente nella posizione del sezionamento mostrata in fig. 2, in modo da formare una zona di arresto verso l'uscita del pannello.

I due tronconi di rotaia destra, prima e dopo la zona di arresto secondo il senso di marcia, rimangono sempre elettricamente collegati a quelli del pannello loro adiacente, sia mediante le giunzioni metalliche del binario, sia attraverso il filo 2 o 5 della condotta a 15 poli, che assicura la continuità elettrica anche nei casi di giunzioni difettose.

I due tronconi di rotaia destra dopo la zona di arresto sono inoltre elettricamente collegati al filo 1 o 4 della condotta a 15 poli (polo positivo di alimentazione).

I due tronconi di rotaia destra prima della zona di arresto possono invece, a seconda delle necessità, essere o non essere collegati al filo 1 o 4 della condotta, grazie rispettivamente agli interruttori SE e SI. Questa possibilità permette, ad esempio, di utilizzare i suddetti tronconi come tratti di rallentamento, prima dell'arresto al segnale rosso.

La rotaia sinistra non presenta sezionamenti ed è elettricamente collegata al filo 3 o 6 della condotta a 15 poli (polo negativo di alimentazione).

Il blocco automatico è presente solamente sui due binari della linea principale. Esso è attivo solamente quando i treni circolano a sinistra: invertendo la polarità dell'alimentazione, tutte le zone di arresto risultano automaticamente sempre alimentate, grazie ai diodi D1 in parallelo ai relativi contatti dei relè.

La posizione al rosso o al verde delle zone di arresto può anche essere impostata manualmente, azionando direttamente la leva di comando del modulo relè.

E' consigliabile che i collegamenti elettrici dei due binari principali possano venire velocemente modificati all'interno del pannello, in modo indipendente per ciascun binario, così da escludere la sezione di blocco automatico e trasformare il pannello in uno di piena linea.

Il terzo binario non consente blocco automatico e quindi non presenta sezionamenti; le rotaie sono elettricamente collegate ai fili 7 e 8 della condotta a 15 poli, che portano i due poli di alimentazione.
(a inizio norma)